Con i se, i ma e con i forse…

E’ da  molto tempo che voglio scrivere questo pezzo, solo che poi una scusa tira l’altra non ho mai trovato il tempo o per dirla chiara la voglia.

Mi sono chiesto parecchie volte e continuo a chiedermelo nonostante tutto: come sarei stato  se fossi stato normale (che poi dipende da come la si interpreta la parola normale), cioè se avessi avuto l’uso delle gambe, se le mie mani non fossero “anarchiche” e se avessi avuto l’uso della parola chiaro?  Una risposta non l’ho ancora trovata e mi sa che non la troverò mai.

Ho provato a immaginarmela in vari modi:

Quello che è sicuro è che sarei andato a vivere da solo.

La prima: a 20 anni la macchina dei miei sogni, una macchina potente e veloce (probabilmente rossa, no non una Ferrari), con la testa matta che avevo a quell’età, probabilmente sarei volato fuori strada alla prima curva e non sarei qui a raccontarvelo, oppure sarei seduto dove mi trovo ora ma molto più “incazzato” di quanto lo sono ora, o chissà.

La seconda: Avrei fatto il giro del mondo in bicicletta, fermandomi sicuramente un anno in africa, per poi tornarci perché mi sarebbe venuto il famoso “mal d’africa”.

La terza: Sicuramente sarei stato un fumatore, sigarette, e per chi non lo sapesse ho anche fumato finché le mani me lo hanno permesso e mi piaceva anche. Avrei fumato Lucky strike, le sigarette di Vasco Rossi e se avessi smesso non sarebbe stato per la mia salute, perché credo ci siano altre cose che mangiamo e respiriamo che facciano più male del fumo della sigaretta, ma per il fastidio di fumo che avrei dato agli altri, e il fatto che ne sarei stato schiavo. E comunque se  volete un consiglio non fumate.

La quarta: forse sarei sposato, innamorato follemente della mia donna e avrei dei bambini ne avrei voluti 3… o forse non sarei sposato ma avrei diversi figli da diverse donne, chi lo può sapere? Comunque forse sarebbe stato anche questo il motivo che mi avrebbe fatto smettere di fumare.

Alla fine sono giunto a una conclusione “con i se, i ma e soprattutto con i forse” non si va da nessuna parte, e se sono così non è colpa di nessuno, ne mia, ne dei miei e tanto meno di Dio.

Sono così e non dico di essere contento, ma… Ho 2 genitori, una sorella con il suo compagno, una nipotina che mi vogliono un bene dell’anima, ho zii, cugini e amici che non vedo spesso ma so che nel momento del bisogno ci sono, sono stato in Australia e in California e ho vissuto esperienze belle e meno belle che un uomo “normale” non può vivere.

A quasi 50 anni penso di essere soddisfatto di ciò che ho fatto fin qui…

Volevo ringraziare tutti quelli che mi vogliono e mi hanno voluto bene.

9 pensieri riguardo “Con i se, i ma e con i forse…

  1. Ciao carissimo ragazzo.
    Se non lo avessi ancora capito, sono orgogliosa di te.
    Ti voglio bene perché sei quello che sei e hai dato senso alla vita.
    Buon proseguimento e non ti arrendere mai.

    Piace a 2 people

  2. Ciao carissimo ragazzo.
    Se non lo avessi ancora capito, sono orgogliosa di te.
    Ti voglio bene perché sei quello che sei e hai dato senso alla vita.
    Buon proseguimento e non ti arrendere mai.

    "Mi piace"

  3. E niente, ancora una volta i pensieri di Stefano fanno luce sulle zone d’ombra che in questo periodo fanno capolino nello stato d’animo. Incredibile come riesca sempre a farmi sentire grata. E’ proprio vero che i limiti più grandi sono nella nostra mente. Bravo Ste, una volta di più.

    Piace a 1 persona

  4. Ciao Stefano grazie, ho letto con molto piacere il tuo ultimo scritto!!!
    È molto bello , profondo…
    Intelligente e consapevole!!!
    Complimenti perché non è semplice esprimere dei pensieri,sentimenti esperienze così intimi , personali e anche a tratti credo ,dolorosi …sei stato sincero , coinvolgente……
    Grazie per averli condivisi con me…con noi…e avermi trasmesso tanta positività e coraggio!!!
    Mi è piaciuto tanto il passaggio in cui dici che non è colpa di nessuno ne di Dio …perché è vero…è troppo comodo dare la colpa a Dio per tutto e stare lì a lamentarsi e basta !!!!!!
    Ti Stimo tanto Stefano per il tuo esempio !!!
    Grazie
    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

  5. Chissà se saresti stato un fondatore del gordonet.team, grazie alle tue capacità tecniche e alla tua sensibilità, oppure avresti fatto il volontario, mettendo a disposizione del paese il tuo tempo “rivoluzionando” il sito comunale! Visto che stai facendo un bilancio, tieni conto della riconoscenza di tutti noi per il tuo costante impegno e grande contributo alla tua comunità. Con affetto e stima

    Piace a 1 persona

  6. Carissimo Stefano innanzi tutto scusa il ritardo ma ci sono cascato di nuovo rispondendoti dopo aver letto la mail cliccando in basso su rispondi , cosi facendo la mia risposta non ti è pervenuta ed è andata persa, ora provo a rimediare…

    Caro amico Stefano ,
    noi esseri umani pensanti al raggiungimento della maturità iniziamo a chiederci il motivo di quello che ci succede, la ragione ci chiede di dare una spiegazione a tutto, fino a quando non incontriamo eventi che non riusciamo a comprendere che alterano spesso il nostro fragile equilibrio.
    Per esperienza personale posso affermare che, chi ha la fortuna di avere una fede forte , riesce sempre a trovare la spiegazione a tutto , o quantomeno ad accettare tutto quello che gli i succede questo è l’unico modo che conosco per affrontare le difficoltà della vita.
    L’analisi che hai fatto sulla tua vita è corretta e come mi aspettavo da te sempre con ironia e sorriso due valori che non ti mancano e che ti permettono di guardare avanti sempre anche quando tutto sembra andare al contrario,
    inutile dire che convengo con te quando sostieni Di essere fortunato ad avere una splendida famiglia con due genitori così….nulla è impossibile.
    Sperando di poterti vedere presto e ringraziandoti per gli stimoli che ci dai
    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Simone, Stefano ci ha chiesto di rispondere al tuo commento. Ha innanzitutto detto di ringraziarti per le belle parole che hai scritto.
      Per quanto riguarda la fede ha detto che quando vi vedrete ne parlerete a quattr’occhi.
      Ha detto di dirti che tra le mille cose che gli sarebbero piaciute fare e che non ha scritto c’era anche quella di imparare a suonare la chitarra o magari la batteria e chissà forse con degli amici in comune avreste formato una band e sareste diventati famosi come Vasco…
      Ifine ti ringrazia anche lui perché gli dai tanta forza

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: